Rabbia, tristezza, ansia: segnali da non trascurare

psichiatria-roma

Ci sono momenti della vita, come dopo un lutto, una separazione o la perdita del lavoro in cui è normale «sentirsi depressi», anche per un periodo lungo. Quando l’ansia e la tristezza sono collegate ad un momento difficile o stressante  si dicono “reattive”, rappresentano cioè una reazione fisiologica a quelle circostanze. Se si tratta, invece, di condizioni apparentemente immotivate, prolungate o ricorrenti è opportuno capirle meglio per non adattarsi ad una condizione che se trascurata tende a peggiorare.

Molti, anche in presenza di sintomi pesanti pensano a un malessere passeggero, a una forma di malinconia o addirittura a qualcosa da nascondere. Non lo fate! La depressione è una delle maggiori cause di disabilità a livello mondiale (lo dice l’Oms, Organizzazione mondiale della sanità) ed è destinata a superare anche le malattie cardiovascolari. Solo in Italia sono 3,5 milioni le persone che soffrono di questa patologia in forma più o meno grave, con conseguenze sulla vita personale e professionale. Secondo la Spi (Società italiana di psichiatria) la resistenza è dovuta al fatto che la malattia è ancora gravata da uno stigma negativo. Questo tiene lontano dai medici, e dalle cure che potrebbero (in 7 casi su 10) aiutarli a vivere meglio.

Sintomi cone tono dell’umore basso, confusione mentale, agitazione,  disturbi del sonno, rabbia e aggressività che si presentano in forma acuta, senza motivi precisi o per la prima volta dovrebbero convincere a rivolgersi a uno psichiatra o a uno psicologo.

Quale dei due?

C’è ancora una certa resistenza a rivolgersi a uno psichiatra, considerato lo specialista dei casi “più gravi”, ma non è così. Se siamo di fronte ad una condizione acuta ed invalidante probabilmente sarà necessario un sostegno farmacologico e solo lo psichiatra può prescrivere psicofarmaci. Prima bisogna superare le crisi, solo in un secondo momento può essere utile avviare una psicoterapia, ed è lo stesso psichiatra a suggerirlo.

Imprescindibile è assicurarsi che la persona a cui ci si rivolge abbia una qualifica riconosciuta, i registri degli ordini professionale dei medici e degli psicologi sono on-line, sono pubblici e divisi per regione.

Consultateli per verificare i dati del professionista al quale volete rivolgervi.

Per prenotare una visita entra nella sezione “prenota una visita”: sul calendario che si aprirà scegli il motivo della visita, la data e l’ora.

In alternativa puoi scrivere un messaggio WhatsApp al 3894842753 o chiamare lo 065088322, o inviare una mail a info@poliambulatoriovallerano.it

 

Promo

Scopri le ultime promo e tutti gli aggiornamenti su trattamenti e prestazioni

dermatologia

Controllo nei con videoscopia

In promozione mercoledì 23 novembre ad 80 euro controllo nei con videoscopia.
20221003_185901

Un dentista per amico

venerdì 4 e lunedì 21 novembre open day con dentista e ortodontista per bambini e adolescenti
ecocolordoppler tiroideo

Visita endocrinologica

Dal mese di novembre disponibilità anche il sabato mattina per le visite endocrinologiche.

Prenota una visita

Tanti modi per mettersi in contatto con noi, la stessa efficacia della presa in carico. Scegli qual è il canale più adatto per te e prenota la tua prestazione